Cicciolina = Cristoforo Colombo? (parte 1)

Non tutto è come appare, vero?

Spesso quando pensiamo qualcosa di qualcuno, capita che dobbiamo ricrederci quando meno ce lo aspettiamo.

E, perfino chi avevamo mitizzato un giorno, può trasformarsi in impostore un altro.

È capitato anche a te?

Stamattina, mentre venivo in ufficio in auto (sì, oggi niente camminata perché poi mi toccano 3km in piscina) ho acceso la radio e, anziché l’inossidabile Oscar Giannino mi sono beccato Radio Reporter.

Uno shock.

(non era colpa mia… mia moglie Manuela – che non ha proprio i miei stessi gusti – aveva usato la macchina per ultima).

Comunque…

Mi sono bloccato e NON ho cambiato stazione fino all’ufficio.

Continua a leggere…Cicciolina = Cristoforo Colombo? (parte 1)

Dove avrei messo il gelato a Salvini?

Lì.

Esattamente lì.

Precisamente lì.

In mano.

Perché se hai un lavoro e qualcuno ti paga NON devi permetterti di fare quello che ti pare.

Specie se non ti insulta, non ti tratta male e non reca danno al tuo negozio.

Poi, se ci sono (e dovrebbero esserci) delle policy interne e SCRITTE per cui sei autorizzato a fare A se un coglione fa B… allora è un altro discorso.

Io ti pago e tu fai quello che sei tenuto a fare.

Ma non finisce qui…

Continua a leggere…Dove avrei messo il gelato a Salvini?

Lo sporco segreto dei truffatori più in gamba del mondo

Alcuni giorni fa a Como hanno arrestato due donne che avevano raggirato una 50enne estorcendole in pochi mesi oltre 40 mila euro.

Una storia alla “Vanna Marchi”, per intenderci.

Ma aspetta… ora arriva il bello…

È successo tutto AL TELEFONO.

Senza MAI vedersi di persona o via internet.

Non averne a male ma devo farti una confessione scioccante: verso i truffatori ho un complesso di Stoccolma… li odio ma non posso che stimarli.

Tecnicamente parlando – ovvio.

Sempre dei grandissimi stronzi restano… giusto per mettere le cose in chiaro.

Il punto è questo.

Continua a leggere…Lo sporco segreto dei truffatori più in gamba del mondo

Gremato da un nuotatore con una gamba sola

Ieri giornata in piscina per Mr. Davide.

Ho cercato di spingere più che potevo a stile libero e, in tutta onestà, mi sembrava di andare anche piuttosto bene.

Sai com’è quella sensazione profonda che hai dentro quando ti danni l’anima ma senti – in fondo in fondo – che i risultati non sono nemmeno lontanamente paragonabili agli sforzi che stai facendo?

È successo anche a te?

Lo ammetto: è una sensazione di cacca 🙁

Ti fa sentire tra il frustrato, l’incazzato e l’impotente.

Ti sbatti come uno zabaione ma finisci solo per impazzire.

Beh, in piscina è andata proprio così.

Ma non è stato nulla rispetto a quando mi è caduto l’occhio sulla corsia di fianco alla mia.

Continua a leggere…Gremato da un nuotatore con una gamba sola

Siamese “blinda” iPhone della padrona per 45 anni

Ho letto scoperto questa notizia da poco e l’ho voluta verificare su foxnews.com perché ha davvero dell’assurdo.

Infatti devo ammettere che l’ho un po’ pompata, eh, eh.

La notizia VERA è precisamente questa:

“Un bambino di 2 anni in Cina ha bloccato la mamma fuori dal suo iPhone per 47 anni”, stando al report.

Andando a ritroso sul sito Kankanews.com, il South China Morning Post dice che il bambino ha ripetutamente sbagliato la password dell’iPhone, accumulando un totale di 47 anni.

Continua a leggere…Siamese “blinda” iPhone della padrona per 45 anni